TRE VILLE-LANCIANO 0-2: I ROSSONERI VOLANO A SETTE PUNTI SULLA SECONDA

Decidono le reti dei due centrali difensivi Pierluigi Scudieri ed Alessio Natalini

Venti vittorie su ventitré partite giocate: il Lanciano riprende la sua corsa superando con un convincente 0-2 il Tre Ville al comunale di Mozzagrogna. I gialloverdi, affamati di punti salvezza, si schierano con un 5-4-1 che lascia poco spazio ad interpretazioni tattiche: a fare la partita è il Lanciano. I ragazzi di mister Del Grosso creano moltissimo senza però riuscire a concretizzare per oltre un’ora; alla fine le reti di Scudieri e Natalini abbatteranno la diga difensiva innalzata dai padroni di casa e consentiranno al Lanciano l’allungo sulle inseguitrici.

Il monologo rossonero ha inizio dopo soli centoventi secondi con Mario Quintiliani che da pochi metri non riesce a centrare lo specchio della porta su sponda di Alex Cianci. Passano tre minuti ed il vantaggio viene sfiorato da Filippo Boccanera: il suo destro, però, termina in angolo dopo una deviazione. Al quarto d’ora Omar Shipple effettua un tiro-cross da sinistra che viene sporcato da Di Campli ed esce di pochissimo alla sinistra di Sorrentino. Sul conseguente corner ci prova ancora il faraone frentano con un sinistro a giro che termina fuori di pochi centimetri. Alla mezz’ora capitan Di Gennaro viene servito da Boccanera, il suo tentativo viene respinto da Sorrentino; sulla palla vagante si avventa ancora il terzino ex Ternana Primavera, ma la sua conclusione termina a lato. Al 37’ Avantaggiato serve un pallone d’oro in profondità a Cianci che però si fa ipnotizzare da Sorrentino che gli nega la via del goal. L’ultima opportunità dei primi 45 minuti è per Tarquini che, al 44’, viene servito da Cianci sulla sinistra, la sua conclusione finisce però sull’esterno della rete.

Si invertono i campi ma il copione della partita rimane sempre lo stesso: Lanciano totalmente riversato nella metà campo avversaria alla ricerca del vantaggio. La prima occasione della ripresa al 2’ è per Cianci che, ben servito da Di Gennaro all’altezza del dischetto, conclude in maniera imprecisa di sinistro; il pallone diventa però preda di Tarquini che vede ancora una volta una portentosa opposizione di Sorrentino. Due minuti più tardi Shipple mette la quinta e percorre tutta la fascia sinistra prima di servire Di Gennaro che però non riesce a centrare lo specchio della porta da buona posizione. Al 13’ Quintiliani e Natalini fanno le prove di ciò che sarebbe accaduto venti minuti più tardi: il calcio d’angolo del 7 rossonero è perfetto per l’inserimento del centrale difensivo che però conclude di poco alto di testa. Al 17’ il doppio miracolo di Sorrentino prima su Quintiliani, poi su Shipple, nega la gioia del gol agli ospiti. La punizione di Di Pendima al 20’, neutralizzata dal prontissimo Di Vincenzo, intervalla momentaneamente il forcing rossonero. Forcing che, tre minuti più tardi, porta al vantaggio del Lanciano: una punizione di Omar Shipple da sinistra crea il panico nella difesa casalinga che non riesce a sbrogliare la mischia nel cuore dell’area; ad avere la meglio è Pierluigi Scudieri che scaraventa il pallone in rete realizzando il quarto goal stagionale. La gara si mette in discesa, il momento per dare il colpo di grazia ai gialloverdi sembra essere propizio, così mister Alessandro Del Grosso decide di cambiare modulo e passare ad un 3-5-2 sostituendo l’ottimo Omar Shipple con uno scalpitante Pablo Val al 25’. Al minuto 27 proprio Val imbecca Tarquini in area: il bomber rossonero mette a sedere un difensore e conclude alto. Passano cinque minuti ed ancora Tarquini trova sui suoi piedi la palla del raddoppio su suggerimento di capitan Di Gennaro, la risposta di Sorrentino è però ancora una volta decisiva. Al 33’ arriva il raddoppio: la punizione di Mario Quintiliani premia ancora una volta l’inserimento di Alessio Natalini che questa volta trafigge Sorrentino con un potente colpo di testa che si infila sotto l’incrocio. Per il dottore goleador è l’ottavo centro stagionale. Il Lanciano addormenta la partita e sfiora il tris con una punizione di Mario Quintiliani che termina fuori di poco ad un minuto dalla fine.

La sconfitta della Virtus Ortona sul campo dell’Orsogna riporta l’Atessa Mario Tano al secondo posto in classifica e consente al Lanciano di guadagnare un altro punto sulla seconda piazza: sono infatti sette le lunghezze che separano i rossoblù ed i ragazzi di mister Del Grosso quando mancano cinque giornate al termine del campionato. Il prossimo appuntamento per i rossoneri è l’8 aprile al Biondi contro l’Athletic; il lavoro dei frentani, però, non subirà alcuna pausa e, come sempre, sul nostro sito ufficiale e sui nostri canali social troverete tutti gli aggiornamenti giorno per giorno.

#forzalanciano #amorepersempre #frentani