SAN SALVO-LANCIANO 3-5: LA CAPOLISTA ABBATTE IL MURO DEI 100 GOAL

Risultato pirotecnico al Bucci di San Salvo, ma decidono le reti di Sardella, La Selva e Quintiliani

Dodicesima vittoria consecutiva per il Lanciano di mister Alessandro Del Grosso che, con il successo in goleada a San Salvo, raggiunge quota 102 reti in campionato, portandosi a sole quattro lunghezze dal record di goal segnati in una sola stagione in Promozione quando mancano sei partite al termine del torneo. Il tecnico frentano deve fare a meno del terzino Boccanera squalificato; al suo posto viene schierato Trisi, con conseguente passaggio di De Santis sull’out di destra. Immutato il resto della formazione rispetto al match casalingo contro la Fater Angelini. Lanciano che perde tuttavia a metà della contesa il portiere Sinopoli, trasportato in ospedale in ambulanza a seguito di uno scontro di gioco: le sue condizioni fortunatamente non sembrano gravi. La Società Lanciano Calcio fa i migliori auguri di pronta guarigione al giovane portiere calabrese, certa di ritrovarlo al più presto tra i pali della porta rossonera.

La partenza dei frentani è arrembante: al 9’ Sardella timbra il vantaggio con il più facile dei tap-in dopo la  respinta di Cialdini sul diagonale di La Selva. La timida reazione biancazzurra arriva al 18’ con il sinistro impreciso di Izzi dalla distanza. Nove minuti più tardi il Lanciano si distende in contropiede e La Selva lanciato a rete viene steso all’interno dell’area di rigore da Suero; dagli undici metri va Quntiliani che realizza con un delizioso cucchiaio il goal del raddoppio, tredicesimo stagionale per il centrocampista rossonero. Al 34’ i frentani calano il tris con un destro al volo di La Selva su invito da destra di Sardella. Passano centoventi secondi ed ancora Sardella e La Selva confezionano lo 0-4 rossonero, ma stavolta la rete dell’attaccante classe ’93 è un capolavoro di rara fattura: sforbiciata sotto l’incrocio che lascia impietrito l’incolpevole Cialdini. Con questa doppietta La Selva raggiunge quota 22 centri in campionato, capocannoniere del girone a braccetto con il vastese Cesario. Allo scadere della prima frazione Sinopoli, poco prima di lasciare il campo in ambulanza, esce in maniera sporca su Costantini travolgendolo e procurando il calcio di rigore realizzato da D’Ottavio con l’ausilio del palo.

La ripresa si apre con il Lanciano che continua a spingere sull’acceleratore concretizzando gli sforzi al 12’ ancora con Sardella, che trafigge Cialdini con un tiro potente sul primo palo su assist di Quintiliani. L’attaccante classe ’97 si porta a quota 21 realizzazioni in campionato, ad una sola lunghezza dal capocannoniere e compagno di reparto La Selva. Nella prima metà della seconda frazione il San Salvo rischia il tracollo evitato da un grande intervento di Cialdini sul destro di La Selva, e dalla scarsa precisione di Natalini con un colpo di testa alto di poco su corner di Sardella. Il pieno controllo del match costa però ai rossoneri due distrazioni letali che permettono a Costantini di realizzare una doppietta: l’attaccante biancazzurro trafigge il neoentrato Kossiakov al 23’ con un destro chirurgico su sponda di La Vacca, ed al 37’ con una conclusione da manuale dalla lunga distanza che si insacca sotto l’incrocio. Il finale di gara vede diverse occasioni susseguirsi da un lato e dall’altro, ma se sul fronte casalingo Cialdini si supera sui tentativi di La Selva e Cianci, dall’altro lato Del Grosso blinda il risultato passando alla difesa a tre con l’inserimento nei minuti finali di Giancristofaro per La Selva.

Partita dunque ricca di emozioni al Bucci di San Salvo: otto reti che hanno strappato gli applausi del folto pubblico sugli spalti. La capolista Lanciano va a raccogliere l’ennesimo abbraccio degli oltre cento tifosi sistemati nel settore ospiti non nascondendo tuttavia una punta di rammarico: è la prima occasione in cui i rossoneri subiscono tre reti sotto la gestione di mister Del Grosso, infastidito dalle evitabili leggerezze della seconda parte di gara nonostante un attacco che continua a brillare infrangendo record su record. I frentani torneranno a lavoro martedì per preparare il prossimo impegno al Biondi contro il Fossacesia, per avanzare ancora verso l’obiettivo finale sempre più vicino.