RIVER CHIETI-LANCIANO 1-4: LA BEFANA REGALA UN POKER DI GOAL AI ROSSONERI

Sedicesima vittoria in campionato per i frentani

Il Lanciano riprende la marcia nel nuovo anno nell’esatta maniera in cui aveva chiuso il 2018: quattro reti in casa del River e sedicesima vittoria in campionato davanti ad oltre 100 frentani al seguito nel giorno dell’Epifania. Mister Del Grosso deve fare i conti con una squadra che non si è allenata al meglio nell’ultima settimana, complici la pausa per Capodanno e le nevicate dei giorni scorsi che hanno reso inagibili i campi dove i rossoneri sono soliti preparare le gare ufficiali. A rincarare la dose di sfortuna c’è l’infortunio di Filippo Boccanera in fase di riscaldamento che costringe il tecnico frentano a schierare una formazione atipica, quantomeno per quello che riguarda i laterali bassi. In porta confermato il classe 2001 Sinopoli; i due mancini De Santis e Quacquarelli occupano le fasce della retroguardia al fianco di Scudieri e Natalini; Avantaggiato, Verna e Quintiliani confermati in mediana, con Petrone che deve ancora ritrovare la forma migliore dopo l’infortunio; in attacco capitan Di Gennaro, preferito a Tarquini nella prima parte di gara, è affiancato dai soliti Sardella e La Selva.

La partenza del Lanciano lascia un margine nullo di ragionamento ai padroni di casa: Verna raccoglie un pallone al limite dell’area e batte a rete con una traiettoria che diventa imprendibile per Napoli, complice anche una deviazione della retroguardia rosanero. Prosegue il magic moment del centrocampista classe ’94 che infila così il suo settimo centro in campionato, nono stagionale. Il Lanciano prova a sfruttare il momento propizio al 6’ con Sardella che ci prova con un destro dalla distanza, bravo però Napoli a deviare in angolo. Al 13’ Di Gennaro se ne va sulla fascia destra, guadagna il fondo e serve con un cross basso Sardella che sfiora la rete con un destro deviato da un difensore rosanero sull’esterno della rete. Al quarto d’ora è ancora Sardella a sfiorare il raddoppio con una grande azione sulla sinistra conclusa con un destro diretto all’angolino sul quale Napoli si supera deviando in angolo con la punta delle dita. Al 22’ altra ghiotta occasione per i frentani: Verna recupera una gran palla a centrocampo, apre per Sardella sulla sinistra che imbecca nuovamente lo stesso Verna che conclude però centralmente con il destro. Lo 0-2 nell’aria e arriva al minuto 24 con Quintiliani che conclude con un sinistro ad incrociare all’angolino un contropiede magistrale dei rossoneri sulla sinistra, regalandosi l’ottava gioia in campionato. Cinque minuti più tardi Avantaggiato serve nel cuore dell’area di rigore Sardella sugli sviluppi di un calcio di punizione da sinistra; il classe ’97 non riesce ad angolare il pallone di testa e permette un intervento di ordinaria amministrazione a Napoli. Un minuto più tardi occasione anche per La Selva sulla destra, blocca a terra Napoli. Al 34’ Il Lanciano abbassa per un attimo la tensione ed Antignani prova ad approfittarne con una gran girata dall’interno dell’area piccola che sorvola l’incrocio. Al minuto 40 Quintiliani da corner battuto corto apparecchia la tavola per Di Gennaro che conclude abbondantemente alto a pochi passi dalla linea di porta. Si va al riposo con un punteggio di 0-2 che lascia l’amaro in bocca ai frentani.

La seconda frazione si apre con una grande accelerazione di Ciarfella sull’out di sinistra rosanero; l’esterno chietino si fa respingere la conclusione da un reattivo Sinopoli che viene poi scavalcato dal tiro sporco di Antignani salvato sulla linea da Quacquarelli. Al 17’ il Lanciano cala il tris: Verna scambia con Sardella che va in fuga sulla sinistra, supera il suo diretto avversario con un dribbling secco a rientrare e conclude a rete con un destro potente sul primo palo imprendibile per Napoli. Per l’esterno d’attacco ventunenne sono tredici centri in campionato. Alla ripresa del gioco il Lanciano incappa nel secondo ed ultimo calo di tensione della gara: questa volta i padroni di casa trovano la rete con una punizione di Antignani diretta nel cuore dell’area piccola sulla quale pasticcia Quacquarelli che infila un’autorete con un tocco fortuito di destro. Una piccola macchia su una prestazione comunque di spessore del diciassettenne terzino sinistro rossonero. Al 22’ il Lanciano rialza immediatamente la testa con una grande azione sulla sinistra conclusa con un destro dal limite dell’area di Verna sul quale si supera Napoli deviando il pallone sulla traversa; sulla respinta del montante si avventa La Selva la cui conclusione viene però ribattuta in corner. Al 28’ azione veloce del Lanciano sull’asse De Santis-Petrone-La Selva, con l’attaccante classe ’93 che viene murato proprio nel momento della conclusione. Al 31’ Verna salta tutta la retroguardia rosanero, portiere compreso, defilandosi poi troppo per battere a rete; il suo cross basso diventa buono per Tarquini che manca di pochi centimetri l’appuntamento con il bersaglio grosso. Al minuto 48 Quintiliani imbuca ancora per Tarquini che sfiora il goal da cineteca con un cucchiaio dai venti metri su cui è reattivo Napoli a deviare in angolo. Sugli sviluppi del corner Petrone riceve la battuta corta ed effettua un traversone sul secondo palo dove Tarquini si fa trovare pronto a realizzare il goal dell’1-4 e la sua quattordicesima rete stagionale.

Consolidato il primato dei rossoneri nel Girone B di Promozione con sei punti di vantaggio sul Bacigalupo secondo in classifica. La testa ora per i ragazzi di mister Del Grosso è all’incontro di domenica prossima tra le mura del Biondi contro il Villa 2015: passo dopo passo verso l’obiettivo finale.