“RINGRAZIO I TIFOSI PER L’AFFETTO DIMOSTRATO, SONO ORGOGLIOSO DI QUESTA STAGIONE MEMORABILE”

Andrea La Selva commenta il primato nel contest per il goal dell’anno votato dai tifosi rossoneri

Domenica a mezzanotte si è chiuso il contest per la rete più bella dell'anno votata dai tifosi rossoneri sui canali social ufficiali del Lanciano Calcio: a trionfare è stato il capocannoniere Andrea La Selva, che ha scalzato dal trono il vincitore della prima edizione del contest, Mario Quintiliani, battendolo proprio in finale grazie alla sforbiciata capolavoro nella partita San Salvo-Lanciano. Gli altri rossoneri partecipanti alla competizione interna sono stati Verna, Avantaggiato, Natalini e Di Gennaro eliminati ai quarti, e Sardella e De Santis eliminati in semifinale. 

Abbiamo raggiunto a tal proposito proprio il vincitore del contest Andrea La Selva che ha rilasciato diverse dichiarazione tra passato, presente e futuro rossonero: 

Andrea, partiamo dal goal al San Salvo: una rete che ti ha consentito di essere in cima alle preferenze dei tifosi per il goal dell’anno; raccontaci il goal e spiegaci quanto è importante questo riconoscimento che è un po’ la ciliegina sulla torta della tua stagione…

"Avevo segnato un goal pochi minuti prima quindi diciamo che ero abbastanza galvanizzato; quando ho visto arrivare il cross di Sardella la prima cosa a cui ho pensato è stata la sforbiciata (ride n.d.r.). Sono contento perché credo che questo sia stato e sarà uno dei goal più belli della mia vita, e per questo motivo lo ricorderò per sempre. Sono orgoglioso di questo riconoscimento così come del cammino fatto, anche se c’è un po’ di rammarico per aver saltato l’ultima parte di campionato dove avrei potuto puntare a livello personale a vincere il titolo di capocannoniere del campionato. Resta comunque una grandissima stagione: sono felicissimo di aver messo a segno 27 reti e di aver conquistato il titolo di capocannoniere in Coppa Italia anche perché non sono un bomber ma un esterno d’attacco".

Ripercorriamo proprio l’annata: nonostante i problemi fisici avuti nell’ultimo periodo hai condotto la tua miglior stagione sotto il punto di vista realizzativo; ti aspettavi un impatto di questo tipo con il mondo rossonero sotto il punto di vista individuale?

"No, direi di no. Devo però dire che il contesto del Lanciano Calcio mette tutti i giocatori nelle condizioni di rendere al meglio, ed anche per me è stato assolutamente così. Il cammino fatto rende noi tutti orgogliosi: vincere non è facile né scontato, e vincere tre titoli su tre competizioni disputate lo è ancor meno. Ora arriva l’Eccellenza, un campionato che ho già disputato in varie annate e che si caratterizza come abbastanza diverso e più difficile rispetto a quello passato, anche perché tutte le squadre aspetteranno il Lanciano al varco. Dal canto mio spero di restare in rossonero e di continuare a togliermi tante soddisfazioni con questa maglia".

Si lavora già da tempo proprio per l’Eccellenza, per un altro campionato da protagonisti, cosa ti aspetti dalla prossima stagione?

"Riconfermarsi non è mai facile ma noi abbiamo tutte le carte in regola per fare un grande campionato. So che la Società si sta muovendo sul mercato per rinforzare ulteriormente con innesti mirati una rosa già forte, e questo è sicuramente un fattore fondamentale per le ambizioni presenti e future del Lanciano Calcio".

Cosa ti senti di dire ai tifosi rossoneri?

"Li ringrazio per il loro sostegno costante ed incondizionato e per aver votato il mio goal come più bello dell’anno, sono stati il nostro dodicesimo uomo in campo anche nei piccoli momenti di difficoltà in cui siamo incappati nel corso della stagione, sono certo che con l’appoggio di una tifoseria così il Lanciano scriverà straordinarie pagine di storia calcistica per una città che merita davvero tanto".