"QUESTA COMPETENZA E QUESTA PASSIONE CI PORTERANNO LONTANO"

Il presidente onorario Mario Giancristofaro a tutto tondo sull'attuale momento dei rossoneri e su un futuro "entusiasmante" sotto la gestione De Vincentiis

Mario marzo è stato un mese caldissimo per i colori rossoneri: si è partiti dall’evento di avvio del centenario fino ad arrivare a tre punti dall’Eccellenza passando per la qualificazione alla finale di Coppa Italia. Hai vissuto queste emozioni a malincuore da “lontano”, che idea ti sei fatto?

"E’ stato un mese pieno di soddisfazioni: siamo molto vicini al raggiungimento di due traguardi importanti, e questo credo che sia il frutto di tutto ciò a cui si è dato avvio lo scorso anno. Il Presidente De Vincentiis ha messo in piedi una struttura straordinaria, completa in ogni settore, partendo dalla Scuola Calcio fino ad arrivare alla Prima Squadra. Il Centro Sportivo Frentano in ultimo credo sia uno step tanto importante quanto raro, perché sono pochissime le società anche nel professionismo che possono vantare una struttura di questo tipo per le giovanili. Tutti i risultati che si stanno ottenendo, per di più a suon di record, sono lo specchio del lavoro peculiare e quotidiano che si svolge dietro le quinte".

Il Lanciano è a sole tre lunghezze dalla vittoria del campionato e dall’accesso in Eccellenza; cosa auspichi sia per la partita contro il Casalbordino che per il futuro prossimo del Lanciano Calcio?

"Quella con il Casalbordino è certamente considerabile come una partita delicata e difficile: i giallorossi hanno dimostrato in più di un’occasione di essere un osso duro, ma credo e spero che alla fine prevalga la nostra grande qualità in mezzo al campo. Per il futuro sono ottimista: si punta a fare un’Eccellenza da protagonisti per puntare immediatamente alla Serie D. La quarta serie nazionale inizia ad avvicinarsi a quelli che sono gli standard a cui è abituata questa città, pertanto credo sia il primo grande traguardo da raggiungere. Il mio ottimismo deriva dalle due grandi doti che questa Società ha dimostrato di avere nel corso di questi anni: grande competenza e grande passione, due fattori che il Presidente De Vincentiis ha saputo trasmettere a tutti, dai suoi collaboratori più stretti fino a tutto l’ambiente, con dei tifosi che non hanno mai smesso di sostenere la squadra anche nei campi di terra e dei giocatori di categoria nettamente superiore che hanno deciso di sposare un cammino che pone le basi su un progetto serio ed idee all’avanguardia. A titolo personale ringrazio il Presidente per avermi dato la carica onoraria nel suo primo giorno alla guida del Lanciano, e spero di poter tornare allo stadio il prima possibile per godermi i prossimi successi".