ORTONA-LANCIANO 2-2: I ROSSONERI AVANZANO AL SECONDO TURNO

Pareggio al Comunale e Lanciano che avanza al girone a tre

Otto reti fatte e quattro subite fra andata e ritorno in questo primo turno di Coppa Italia per il Lanciano di mister Alessandro Del Grosso. Dopo il 6-2 dell'andata arriva il 2-2 di ieri sera agguantato nel finale, nonostante una partita dominata per larghi tratti dai rossoneri. La squadra titolare ha visto protagonisti gli stessi undici dell'andata, eccezion fatta per Mastronardi che ha preso il posto di Boccanera sull'out difensivo di destra.


Partenza prorompente per gli ospiti, al 3' ci prova Petrone dalla lunga distanza, ma il suo tentativo finisce alto di poco. Alla prima sortita l'Ortona punge, e lo fa con Catenaro che raccoglie una seconda palla al limite dell'area e deposita di prima un destro sotto l'incrocio; al 5' è 1-0. Passano 3 minuti ed il Lanciano sfiora il pari: gran palla di La Selva da destra per Shipple che centra l'incrocio dei pali con un sinistro al volo; sulla ribattuta Avantaggiato non trova il bersaglio grosso. Al 20' si rifanno vedere i gialloverdi: errore in uscita del Lanciano, Pompilio intercetta e si invola verso la porta prima di incrociare a lato. Al 38' il Lanciano trova il pari: La Selva serve Quintiliani che si inserisce per vie centrali; il 7 rossonero mette a sedere un avversario e centra la traversa in pallonetto, sulla respinta si avventa Antonio Petrone che scaraventa il pallone in porta per l'1-1. Due goal in due partite per la mezz'ala frentana. Al 42' c'è spazio per un ultima sortita dei padroni di casa con Giancristofaro che conclude a lato con una palombella da 30 metri.
L'avvio di ripresa viene acceso da un redivivo La Selva che sfiora prima il goal su punizione, poi manda in porta Sardella che si vede negare la gioia del Goal da una grande parata di Di Quinzio. Al 17' l'Ortona trova la rete alla prima sortita, come accaduto nella prima frazione: fuga di Dragani sulla sinistra, cross per Pompilio che schiaccia verso la porta di Kossiakov e fa 2-1. Al 20' reagisce il Lanciano ancora sull'asse La Selva Sardella, altro grande intervento del portiere casalingo. Al 29' il neoentrato Di Gennaro appoggia all'indietro per La Selva che non riesce a trovare la porta da buona posizione. Al 39' grande discesa di Boccanera sulla destra, cross teso in area che trova la deviazione del centrale gialloverde Granata, autogoal evitato da un'altra prodezza di Di Quinzio, il migliore in campo dei suoi. Quando sembra ormai archiviato il 2-1 per i padroni di casa Lorenzo Sardella trova un grandissimo goal: azione manovrata dei rossoneri con Petrone che serve proprio l'esterno classe '97; il 20 frentano si aggiusta il pallone ed esplode un destro imprendibile da posizione molto defilata. Anche per Sardella sono due goal in due match.
Il Lanciano chiude imbattuto questo pre-campionato e scalpita in vista dell'esordio in Promozione in programma domenica prossima sul campo del Raiano, con l'obiettivo di riprendere dove si era interrotto l'anno scorso.
"Abbiamo trovato un avversario preparato e ben messo in campo; - commenta Del Grosso a fine gara - avevano quattro goal di svantaggio ed hanno cercato di attaccare tanto a partire dal primo minuto. Dal canto nostro possiamo dire di aver avuto quasi sempre il pallino del gioco in mano, di aver creato tanto e di aver subito le reti sulle uniche occasioni nitide concesse agli avversari. Il primo è stato un grande goal - prosegue il tecnico frentano - però dobbiamo migliorare molto per concedere di meno a squadre comunque di livello buonissimo come questa. Sono tutto sommato soddisfatto della prestazione; diciamo che non siamo stati fortunati in diverse occasioni, e che il loro portiere è stato bravo ad evitare a più riprese il goal, ma ciò che conta in questo momento è comunque arrivare a creare tanto: mi sarei preoccupato - chiosa il mister - se non fossimo riusciti a creare palle goal, ma non è questo il caso".