LANCIANO-VASTO MARINA 4-0: I ROSSONERI TORNANO A RUGGIRE

Il poker rifilato ai vastesi riporta i frentani a quattro lunghezze sulla seconda posizione

Il Lanciano torna a ruggire, ma forse non aveva mai smesso di farlo... La sconfitta di Ortona non ha lasciato strascichi né contraccolpi, ed il poker odierno rifilato dai rossoneri alla compagine vastese ne è la dimostrazione lampante. 

La partenza dei ragazzi di Alessandro Del Grosso è straripante: al secondo minuto Lorenzo Sardella viene imbeccato da capitan Di Gennaro in profondità, il suo tentativo, però, finisce largo. La gioia del gol per l'esterno classe '97, tuttavia, è solo rinviata: è il minuto 9' quando un cross di Filippo Boccanera da destra viene raccolto sul lato opposto da Mario Quintiliani, che scodella sul secondo palo il pallone dove è ben appostato proprio Sardella che non deve fare altro che spingerlo in rete. Per il numero undici rossonero è il nono centro in campionato dopo due mesi di digiuno, complice anche un infortunio muscolare che l'ha tenuto ai box per un lungo periodo. Il Lanciano tiene in mano il pallino del gioco per tutta la prima frazione, sfiorando a più riprese il raddoppio prima con un meraviglioso colpo di tacco volante di Daniele Avantaggiato che si infrange sulla traversa, poi con un colpo di testa di Francesco Di Gennaro che esce di poco, ed ancora con un sinistro al volo di Quintiliani che raccoglie al limite dell'area una seconda palla respinta dalla retroguardia vastese, il suo tentativo però finisce alto. Il 2-0 è nell'aria e non tarda ad arrivare: è il minuto 45' quando un calcio d'angolo al veleno di Omar Shipple viene deviato nella propria porta da D'Adamo che, nel tentativo di rinviare, infila il suo portiere con la più classica delle autoreti. I frentani vanno al riposo col doppio vantaggio, ma nella ripresa il ritornello della partita è sempre lo stesso: possesso palla quasi sempre per i rossoneri, con gli ospiti che cercano di sfruttare le sporadiche opportunità di contropiede. Al 51' Alessandro Tarquini salta due avversari sulla sinistra prima di sbattere contro l'ottimo portiere ospite. Tre minuti più tardi è ancora Mainardi ad evitare il 3-0 con un miracolo su colpo di testa di Di Gennaro. L'estremo difensore deve però capitolare al 56', quando Avantaggiato imbecca Antonio Petrone che sfonda per vie centrali e realizza, con un colpo da biliardo all'angolino, la sua seconda rete stagionale. Al 61' si registra la prima grande occasione da gol per i biancorossi, con Di Vincenzo che rinvia maldestramente tra i piedi di Madonna: il numero 10 ospite, però, non è lesto a concludere in rete e dà il tempo al portiere rossonero di rientrare tra i pali e bloccare il tentativo. La parentesi Vastese si chiude immediatamente, e il Lanciano torna all'attacco alla ricerca del 4-0: al 30' ci prova Shipple con un sinistro al volo su assist di Sardella, ancora straordinaria la risposta di Mainardi; allo scadere è Tarquini a sfiorare il poker, con un pallonetto sporco che sfiora l'incrocio. Poker che alla fine arriva con Mario Quintiliani che, al 91', trasforma in rete un grande assist di Domenico Giancristofaro da destra, infilando l'estremo difensore ospite dopo essersi aggiustato il pallone con il petto. Per la mezz'ala rossonera è l'ottavo gol in campionato. 

Il pareggio tra Atessa ed Ortona porta il Lanciano a +4 sulla seconda piazza ed a +8 sulla terza. La trasferta di San Vito di domenica prossima segnerà un primo crocevia importante in vista della giornata di riposo che accompagnerà i rossoneri allo scontro diretto proprio contro l'Atessa. 

Tutti uniti per un unico obiettivo!

#forzalanciano #amorepersempre #frentani