LANCIANO-VAL DI SANGRO 2-1: I ROSSONERI RIMONTANO IN DIECI E VOLANO A 63 PUNTI

Sardella allo scadere regala tre punti fondamentali ai frentani

E’ una vittoria dolcissima la ventunesima stagionale dei rossoneri al Biondi nella settima giornata di ritorno del Girone B di Promozione: il Lanciano supera la Val Di Sangro con una straordinaria rimonta che si consuma totalmente nella ripresa dopo un primo tempo con molte più ombre che luci. Mister Del Grosso conferma lo stesso undici vittorioso per 1-5 a Casoli; prosegue la degenza di Petrone per problemi fisici la cui entità verrà verificata solo dopo ulteriori esami.

Partenza shock per il Lanciano: dopo pochi secondi dal fischio d’inizio il centrale difensivo biancazzurro Marcello Rossetti pesca il jolly con un destro da trenta metri che si insacca sotto la traversa per il goal del vantaggio ospite. La doccia gelata blocca l’iniziativa del Lanciano che si trova ad affrontare una partita totalmente in salita, con una Val Di Sangro, fino a quel momento miglior difesa del campionato, che si arrocca con tutte le undici unità dietro la linea della palla a difesa della porta di Garibaldi. Gli unici due cenni di reazione di marca frentana per quello che riguarda il primo tempo sono una punizione che si spegne a lato di Andrea La Selva ed un traversone di Lorenzo Sardella da sinistra che scheggia la traversa.

In avvio di ripresa il Lanciano si risistema tatticamente ed entra con un piglio totalmente diverso rispetto alla prima frazione: sin dalle prime battute i rossoneri mettono alle corde la Val Di Sangro e trovano la rete del pari a seguito di un’occasionissima sventata su Avantaggiato in corner. Dalla bandierina Sardella e La Selva duettano sul corto con il nove rossonero che si rende protagonista di una serpentina a ridosso della linea di fondo prima di trafiggere Garibaldi con un destro al veleno che si insacca in rete dopo un bacio al palo. Per il classe ’93 sono sedici centri in campionato, ventuno stagionali. Il goal di La Selva rappresenta di fatto un pezzo di storia frentana essendo il centro numero duecento in campionato nell’ultimo anno e mezzo. Al 9’ il Lanciano avrebbe l’occasione per il raddoppio con capitan Di Gennaro che però sciupa concludendo debolmente e permettendo a Garibaldi di intervenire in tuffo deviando a lato. Sul capovolgimento di fronte il direttore di gara De Gregorio estrae il secondo giallo per il centrocampista Cristiano Verna tra le proteste rossonere. L’inferiorità numerica ed il tentativo di addormentare la partita da parte degli ospiti non abbattono tuttavia un Lanciano ormai redivivo e voglioso di portare a casa il bottino pieno ad ogni costo. Al 16’ La Selva riceve il pallone sulla destra su schema da calcio piazzato, il suo tentativo però termina alto. Al 34’ ancora La Selva questa volta effettua un traversone velenoso da sinistra sul quale Quintiliani arriva con un pizzico di ritardo mancando l’appuntamento con la rete. A dieci minuti dal termine proprio la mezz’ala classe ’90 se ne va sulla sinistra e serve l’accorrente Zela che mastica però la conclusione spedendo out il pallone. La rete è nell’aria ed anche il folto pubblico del Biondi sembra percepirlo: a pochi secondi dal triplice fischio Avantaggiato serve La Selva ripetendo lo schema precedente; questa volta l’esterno punta l’ex di turno Mastronardi e guadagna il fondo prima di servire nel cuore dell’area piccola Sardella che anticipa l’uscita di Garibaldi e deposita in rete la palla del sorpasso che fa letteralmente esplodere gli oltre mille frentani a sostegno dei ragazzi di mister Del Grosso.

I rossoneri scacciano gli incubi, mantengono l’imbattibilità interna nonostante l’inferiorità numerica incamerando la ventiseiesima vittoria consecutiva tra le mura del Biondi: sempre a bottino pieno davanti al proprio pubblico nell’era De Vincentiis. Torna inoltre in mano frentana anche lo scettro di miglior difesa del campionato, proprio ai danni della Val Di Sangro. Domenica prossima nuovo impegno casalingo per i ragazzi di mister Del Grosso contro lo Scafa, compagine attualmente a due punti di distacco dalla zona Play Off.