LANCIANO-TRIGNO CELENZA 9-0: I ROSSONERI CHIUDONO IN BELLEZZA UN CAMMINO TRIONFALE

Si chiude con una goleada l’anno zero del Lanciano dei record

Spettacolo al Biondi: il Lanciano stravince per nove reti a zero nell’ultima uscita stagionale contro il Trigno Celenza e raggiunge quota 117 goal segnati in campionato. Oltre mille gli spettatori che hanno affollato gli spalti del Biondi per rendere omaggio al lavoro fatto durante questa prima stagione dell’era De Vincentiis.

Partenza con il piede sull’acceleratore per i ragazzi di mister Alessandro Del Grosso che sfiorano per due volte la rete nei primi sei minuti con Quintiliani e Sardella. Il goal è nell’aria ed arriva al minuto 18: Petrone serve Sardella sulla corsa che incrocia di destro e mette a segno la rete dell’1-0. Passano meno di 60 secondi ed arriva il raddoppio, ancora una volta ad opera del classe ’97 Sardella che trasforma in goal un filtrante delizioso ad opera di Mario Quintiliani. Per l’esterno ex Francavilla sono 13 centri stagionali. I rossoneri sfiorano ancora una volta la rete con un missile di Petrone che lambisce il palo alla destra di Gaspari al 39’. Il tris arriva al minuto 44 con Quintiliani che ribatte in rete la traversa colta da Tarquini da distanza ravvicinata.

Il forcing del Lanciano prosegue nella ripresa: è il minuto 5 quando Daniele Avantaggiato trova la prima rete in rossonero con un fendente da 25 metri imprendibile per il portiere biancazzurro; è 4-0. L’effetto dell’uragano rossonero sembra essere svanito fino al 34’, quando il neoentrato Manuel Vitali realizza una doppietta nel giro di centoventi secondi. Per il classe 2000 sono 4 centri stagionali con la prima squadra. Al 38’ arriva il 7-0, ed è il goal più significativo in quanto vale ai frentani la 115^ rete in campionato, e perché viene realizzato dall’ex capitano della Marcianese Gianluca Rullo: un goal cercato dalla prima giornata ed arrivato proprio al crepuscolo di una stagione da sogno. Non è ancora finita: è il minuto 41 e finalmente va a segno anche il capocannoniere Alessandro Tarquini che, dopo aver centrato per due volte i legni ed essersi visto respingere di tutto da Gaspari, trova il venticinquesimo goal in campionato con un destro rabbioso in chiusura di un triangolo con Mario Quintiliani. Proprio il numero 7 rossonero chiude la conta delle marcature con un missile di sinistro dai 30 metri che dà un bacio alla traversa prima di terminare in rete e mettere il punto esclamativo sull’ennesima roboante vittoria frentana.

117 goal fatti, 5 subiti, bottino pieno in casa e campionato terminato con 10 punti di vantaggio sulle inseguitrici: il Lanciano mette in bacheca un trionfo memorabile che vale il primo gradino di una scalata che, per quanto lunga, lascia intravedere un primo spiraglio di luce inseguito da migliaia di tifosi che meritano tanto, ma tanto di più. E’ giunto il momento del “rompete le righe” per capitan Di Gennaro & Co., con la testa già rivolta ad un campionato di Promozione da protagonisti.