LANCIANO-SCAFA 4-0: IL TRIDENTE ROSSONERO SERVE IL POKER DI GOAL AL BIONDI

Ventiduesima vittoria stagionale con le firme di Sardella, Di Gennaro e La Selva

Altro giro altra corsa: il Lanciano si impone per quattro reti a zero sullo Scafa Cast nella venticinquesima giornata del Girone B di Promozione, incamerando la ventiduesima vittoria stagionale ed il nono successo consecutivo, settimo su sette partite disputate nel 2019. Mini-emergenza per i rossoneri in mediana, con mister Del Grosso costretto a rinunciare ancora all’acciaccato Antonio Petrone a cui si aggiunge lo squalificato Cristiano Verna; a prendere il loro posto nel ruolo di mezz’ala viene schierato Gianluca De Santis, tra i migliori in campo al termine del match. Sulla fascia sinistra in difesa si rivede invece dal primo minuto Giancristofato, dopo diversi mesi ai box per una doppia lussazione della spalla. Il classe ’96, all’esordio assoluto dal primo minuto in questa stagione, si fa trovare pronto con 70 minuti di buon livello. Non cambiano invece i restanti nove uomini rispetto al match vinto per 2-1 dai rossoneri contro la Val Di Sangro.

I frentani provano a imprimere fin da subito il loro ritmo alla gara: Sardella e La Selva prendono per tre volte le misure alla porta ben difesa da Penna nei primi minuti di gioco, e aprono le acque al vantaggio che si concretizza al quarto d’ora con un delizioso pallonetto di capitan Di Gennaro su invito da metà campo di De Santis. Per il centravanti classe ’82 è il nono centro in campionato. Al 31’ i rossoneri vanno vicini al raddoppio con un’azione manovrata che parte da sinistra, con un cross sul secondo palo di Natalini ben agganciato da La Selva che serve l’accorrente Avantaggiato a ridosso dell’area piccola, bravo Penna a deviare in angolo in spaccata. Il 2-0 arriva tuttavia dieci minuti più tardi con Sardella che conclude nel migliore di modi un bellissimo triangolo sulla sinistra con il capitano Di Gennaro, accomodando in rete con il piatto destro il goal del raddoppio a pochi minuti dal duplice fischio.

La ripresa si apre con una grande palla goal per gli ospiti, arrivata in seguito ad una mischia da corner, e sventata in qualche modo sulla linea di porta da Sinopoli. L’avvio soporifero della seconda frazione viene spaccato al 13’, quando Quintiliani imbuca di prima da metà campo un pallone per Sardella che trafigge penna all’angolino dopo una cavalcata di trenta metri palla al piede. L’attaccante classe ’97 sale a quota diciotto reti in campionato, ventidue stagionali. Al quarto d’ora provano a reagire i biancazzurri con un destro di Allegro che fischia alla sinistra di Sinopoli e si spegne sul fondo. I frentani riniziano ad attaccare con insistenza dalla metà del secondo tempo, con i tentativi di De Santis e Quintiliani che si spengono di poco fuori. Proprio la mezz’ala Quintiliani propizia la rete del poker frentano che si concretizza al minuto 34: il cross di destro del sette rossonero viene addomesticato a ridosso dell’area di rigore da La Selva che salta un difensore e conclude in caduta a rete. Per La Selva sono diciassette centri in campionato, ventidue stagionali come il compagno di reparto Sardella. Nei minuti finali il Lanciano sfiora per due volte la rete del 5-0, sempre con uno scatenato Quintiliani che manca però l’appuntamento col bersaglio grosso.

A nove giornate dalla fine del campionato il Lanciano è sempre capolista solitaria del Girone B di Promozione con distacco invariato sulla Bacigalupo, vittoriosa nel match interno contro il Passo Cordone con un goal a pochi minuti dal termine. Otto punti di vantaggio su cui lavorare per preparare al meglio la gara di Sulmona di domenica prossima, altro step fondamentale per il cammino dei ragazzi di mister Del Grosso.