LANCIANO-FOSSACESIA 4-0: I ROSSONERI AGGUANTANO IL RECORD DI GOAL

Eguagliato il record di 106 reti in Promozione con cinque giornate da disputare

Il Lanciano sbriga con un poker al Biondi la pratica Fossacesia: 4-0 con le firme di Quintiliani, che con la doppietta di oggi raggiunge quota 30 reti in rossonero, di Verna e del baby 2001 Del Bello, a segno per la seconda volta con la prima squadra. Mister Del Grosso, ancora orfano di Petrone in mediana, si affida proprio a Verna e ritrova Boccanera nel pacchetto arretrato, con De Santis che riprende regolarmente il suo posto sulla corsia di sinistra.

Il primo sussulto rossonero c’è al 9’ con Sardella che trova l’esterno della rete al termine di un contropiede in tandem con La Selva. L’occasione si ripete al minuto 13: questa volta è Quintiliani concludere a lato da sinistra. Al quarto d’ora Cardone prova ad impegnare Sinopoli con un sinistro dalla distanza che termina abbondantemente alto. Sette minuti più tardi ancora Sardella sfiora la rete con un destro a giro da trenta metri che si spegne di pochissimo a lato. Il vantaggio è nell’aria ed arriva al 25’ con un cross da sinistra di Sardella finalizzato nel migliore dei modi da Quintiliani con un colpo di testa da distanza ravvicinata. Il Fossacesia soffre ma difende con ordine limitando al massimo lo spazio sugli esterni per La Selva e Sardella, costringendo il Lanciano a soluzioni dalla distanza e percussioni per vie centrali che non creano grossi grattacapi alla retroguardia biancorossa fino al minuto 40, quando Quintiliani viene agganciato in maniera irregolare dal portiere ospite Ursini all’interno dell’area di rigore. Dal dischetto va proprio la mezz’ala classe ’90 che spiazza l’estremo difensore mettendo a segno il suo quindicesimo goal in campionato.

La ripresa si aprirebbe con l’immediato tris frentano con il tap-in di Sardella scaturito da una punizione di La Selva respinta sul palo da Ursini; la rete però viene annullata dal direttore di gara per carica di Sardella proprio sul portiere biancorosso alimentando diversi dubbi. Al 5’ ed al 6’ La Selva accarezza la gioia del goal prima con un pallonetto e poi con un destro dalla distanza, ma i suoi tentativi peccano di precisione. Il 3-0 arriva al 21’ con una meravigliosa percussione di Verna su invito di Di Gennaro: il classe ’94 infila Ursini con un sinistro di collo-esterno sotto l’incrocio che gli vale il nono centro in campionato. La seconda metà di tempo fa registrare poche occasioni nitide, con tentativi sporadici sia da un lato che dall’altro, con il Lanciano che si limita a gestire il risultato fino al 47’, quando i neo-entrati Cianci e Del Bello confezionano in contropiede la rete del 4-0 che permette al Lanciano di eguagliare il record di goal realizzati in un singolo campionato di Promozione in Abruzzo, 106, con ancora cinque partite da disputare.

Non ci sarà tempo per rifiatare per Di Gennaro e compagni: la capolista è infatti attesa dalla semifinale di Coppa Italia in programma mercoledì pomeriggio alle ore 15.00 al Biondi contro il Casalbordino, con l’obiettivo di restare in corsa su tutti i fronti per scrivere altre pagine di storia.