IL LANCIANO ESPUGNA IL PALLOZZI: 0-3 E DECIMA VITTORIA CONSECUTIVA

La Selva, Avantaggiato e Scudieri regalano il successo in casa del Sulmona

Prosegue incessantemente la marcia del Lanciano nel Girone B di Promozione: il tris in casa del Sulmona griffato La Selva, Avantaggiato, Scudieri, vale ai frentani la decima vittoria consecutiva. Mister Del Grosso costretto a rinunciare nel pre-partita all’influenzato Sinopoli ed all’acciaccato De Santis, oltre all’infortunato Petrone che pare però ormai essere sulla via del recupero. Tra i pali si rivede dunque Kossiakov, con Trisi sulla corsia di sinistra alla prima in assoluto da titolare; a centrocampo riprende il suo posto Verna dopo un turno di squalifica.

I frentani approcciano bene il match, anche grazie ad un 4-3-3 un po’ meno consuetudinario proposto dal tecnico rossonero, con Avantaggiato che agisce più da trequartista anziché da classico “play” davanti alla difesa: una scelta che, conti alla mano, si rivelerà vincente a livello assoluto.

La prima occasione di marca ospite vede protagonista Sardella che colpisce la traversa con un colpo di testa in pallonetto su invito di Di Gennaro da destra dopo otto minuti. Al 14’ si fanno vedere i padroni di casa con Coletti che sbatte però contro l’efficace muro di Kossiakov. Il vantaggio rossonero arriva al 23’ con una punizione di Quintiliani da destra che coglie impreparato Meo la cui respinta affannosa serve sul piatto d’argento la rete dello 0-1 a La Selva. L’attaccante classe ’93 sale a quota diciotto reti in campionato e aggancia il compagno di reparto Sardella in classifica marcatori. Passano cinque minuti ed il Lanciano raddoppia: Di Gennaro lavora di fisico in area di rigore e scarica per l’accorrente Avantaggiato che trafigge Meo con un delizioso sinistro a giro sotto l’incrocio. Secondo centro stagionale per l’ex centrocampista del Cupello, terzo assoluto in rossonero. I ragazzi di mister Del Grosso provano a chiudere la pratica in due occasioni con La Selva e Sardella, bravo Meo a tenere a galla il risultato ancora per una manciata di minuti. Il tris arriva difatti proprio sul gong della prima frazione con il colpo di testa di Scudieri che sfrutta nel migliore dei modi il corner col contagiri del solito Sardella. Anche per il centrale difensivo è la seconda realizzazione stagionale.

Nella ripresa il Lanciano si limita a gestire energie e risultato non spingendo particolarmente sull’acceleratore e rischiando in un paio di occasioni di subire il goal dell’1-3: al 18’ Aquilio sfiora la traversa con un colpo di testa su uno spiovente da sinistra; al 33’ invece ci prova Cuccurullo con un destro a incrociare che mette alla prova la reattività di Kossiakov bravo a deviare in angolo con un volo plastico. L’unica occasione degna di nota per i frentani si registra al 37’ con il tocco sotto di Sardella propiziato da Quintiliani e salvato sulla linea da Badji.

Restano otto i punti di vantaggio del Lanciano sulla Bacigalupo quando mancano otto giornate al termine del campionato: un margine importante ma non ancora sufficiente per permettere cali di tensione ai rossoneri. Domenica al Biondi arriva la Fater Angelini Abruzzo, compagine attualmente a metà classifica ed alla ricerca di punti per evitare di essere risucchiata nella zona calda della graduatoria.