B. VASTO MARINA-LANCIANO 0-1: I ROSSONERI CHIUDONO IN BELLEZZA

Cianci firma l’ultimo successo frentano nel campionato di Promozione e riporta il Lanciano a +10

Il Lanciano si aggiudica il big match del "San Tommaso" contro il Bacigalupo Vasto Marina e chiude il campionato con dieci lunghezze di vantaggio proprio sui vastesi. La posta in palio non era alta: le due compagini hanno infatti già matematicamente ottenuto i rispettivi obiettivi stagionali, con i padroni di casa già proiettati alla finale play-off e con i rossoneri ormai virtualmente in Eccellenza da diverse settimane e con una Coppa Mancini, la Supercoppa di Promozione, da disputare domenica prossima contro l’Angizia Luco, trionfatrice proprio all’ultima giornata nel Girone A di Promozione. I frentani si presentano al match con la rosa sostanzialmente decimata, con diversi assenti lungodegenti ed altri a riposo precauzionale visti anche i 120 minuti di gioco per arrivare ad alzare al cielo la Coppa Italia solo tre giorni fa: restano fuori Boccanera, Petrone, Verna, Quintiliani, Verna, La Selva e Sardella. Salta dunque anche la sfida tra bomber dato che sull’altro versante non ci sono né Letto né Cesario, che insieme proprio a Sardella e La Selva hanno chiuso il campionato nella “top 5” dei marcatori del girone.

Mister Del Grosso schiera Di Vincenzo tra i pali difeso dal quartetto composto da Giancristofaro e Trisi sugli esterni affiancati dalla coppia centrale Scudieri-Natalini. In cabina di regia l’infaticabile Avantaggiato completa la linea mediana insieme a Denis Zela e De Santis. Davanti esordio assoluto dal primo minuto per il classe 2002 Gianluca Malvone, che affianca nel tridente capitan Di Gennaro e Cianci.

Nel primo tempo più ombre che luci per i rossoneri, che faticano nel palleggio sulla terra battuta e concedono diverse palle goal agli avversari, ma Di Vincenzo in forma eccezionale abbassa la saracinesca e colleziona l’ennesimo “clean sheet”. Il primo pericolo creato dai vastesi lo firma Piermatteo Natalini con un pallonetto che si spegne di poco alto sulla traversa al 10’. Al quarto d’ora ci prova Pollutri con un sinistro abbondantemente fuori misura. Al 20’ primo squillo del Lanciano con un sinistro dalla distanza di Trisi che non impensierisce particolarmente il portiere Alessandro Benedetti, sostituito per infortunio pochi minuti più tardi da Marconato. Attorno alla mezz’ora Di Vincenzo si supera sul colpo di testa di Alessio Benedetti da distanza ravvicinata e devia in angolo. Al 35’ sempre l’estremo difensore frentano chiude la porta in faccia a Cernaz che si era incuneato centralmente dalla mediana. Allo scadere della prima frazione è sempre Di Vincenzo a salvare il risultato con un colpo di reni sullo stacco di D’Adamo sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla trequarti.

Nella ripresa i ritmi si abbassano notevolmente e si registrano due sole palle goal, una per il Lanciano con il destro di Cianci che si spegne a lato, ed una per il Vasto Marina con il sinistro da distanza siderale di Marino bloccato in due tempi da Di Vincenzo. Quando ormai la gara sembra avviarsi ad una conclusione con pareggio a reti bianche, l’incursione al 43' di capitan Di Gennaro spacca in due la retroguardia vastese e permette a Cianci di realizzare con un tocco di rapina il suo secondo goal in campionato, terzo stagionale, che vale l’ultima vittoria nel campionato di Promozione al Lanciano su un campo, quello della compagine vastese, ormai fortino inviolabile da diversi mesi.

Cinque mesi senza sconfitte, diciotto risultati utili consecutivi da dicembre alla gara odierna per un cammino quasi perfetto nel 2019: il Lanciano saluta la Promozione nel migliore dei modi e si appresta ad affrontare un campionato, l’Eccellenza, che sembrava terribilmente lontana solo due anni fa. Due anni che hanno raccontato tanto e che hanno fatto registrare dei risultati straordinari, e che hanno permesso al Lanciano di vincere tre trofei a suon di record, segnando 249 goal e perdendo solo 4 partite sulle 69 disputate tra campionato e coppa. Nel futuro il Lanciano ha tutta l’intenzione di continuare a scrivere pagina dopo pagina la storia di questi colori e di questa città, ma la storia passa anche da domenica prossima, giorno nel quale i ragazzi di mister Del Grosso saranno impegnati in un’altra finale contro l’Angizia Luco, prima di rompere le righe e programmare al meglio la prossima stagione.