AMICHEVOLE: LANCIANO-VAL DI SANGRO 2-0

Decidono le reti di Alex Cianci e Manuel Vitali

Prestazione convincente per il Lanciano nell’amichevole odierna contro la Val Di Sangro al Biondi. I rossoneri, opposti ad un avversario in piena corsa per il titolo nel campionato di Promozione, si sono imposti per due reti a zero senza praticamente mai rischiare di subire goal. Ad assistere al match amichevole erano presenti oltre 150 sostenitori rossoneri sugli spalti della Tribuna Belvedere.

Il Lanciano, schierato inizialmente con il 4-3-3 tipo con il tridente Sardella-Tarquini-Di Gennaro, si fa vedere per la prima volta nell’area di rigore ospite al 10’ proprio con l’esterno classe ’97 Lorenzo Sardella, che impensierisce il portiere con un violento destro a incrociare respinto non senza affanni. Cinque minuti più tardi ci prova Tarquini sugli sviluppi di un fallo laterale di Shipple da sinistra, il destro dai 20 metri del bomber rossonero viene bloccato a terra dall’estremo difensore. Al 25’ è il turno di Omar Shipple che impegna il portiere con un sinistro di collo pieno respinto in angolo. Passano sette minuti e ancora l’italo-egiziano dà il via ad un contropiede magistrale sulla sinistra servendo Tarquini che guadagna il fondo ed imbecca con un cross di sinistro capitan Di Gennaro in area: il centravanti frentano centra l’incrocio con un colpo di testa a porta praticamente sguarnita. E’ la più grande occasione di una prima frazione che scivola via con altri tre squilli rossoneri firmati Sardella-Di Gennaro, senza però riuscire a sbloccare la gara.

Il secondo tempo vede un Lanciano schierato, come a Cupello, con un centrocampo a rombo con Gianluca Rullo a rifinire alle spalle di Tarquini e del neoentrato Cianci. Proprio l’ex Marcianese sblocca la gara: è il minuto 50 quando il ventenne, servito da Tarquini sulla destra, controlla e batte a rete con un potente destro a incrociare sul secondo palo su cui il portiere biancazzurro non può nulla. Al 60’ ci prova Rullo con la specialità della casa: il suo calcio di punizione a giro da 30 metri finisce fuori di un soffio. Al 71’ arriva il raddoppio: Manuel Vitali crossa in area da destra dove l’accorrente Cianci stoppa e scarica su Avantaggiato a sostegno, il playmaker rossonero apparecchia la tavola per Vitali con un filtrante eccezionale che il classe 2000 non può che depositare in rete con un colpo da biliardo. Gli ultimi venti minuti di partita non vedono grosse occasioni né da un lato né dall’altro; il Lanciano può sorridere e godersi serenamente la Pasqua prima di riprendere il lavoro in vista della stracittadina in programma l’8 aprile al Biondi.

“Stiamo crescendo molto, ma il nostro campionato rimane molto insidioso. – commenta mister Del Grosso nel dopogara – Oggi abbiamo fatto una buona prestazione contro una squadra che si sta giocando la vetta in Promozione quindi sono soddisfatto; al di là della prestazione – prosegue il tecnico – sono orgoglioso dei ragazzi che si mettono a disposizione dando il massimo, dal più grande al più piccolo, con i ragazzi più maturi che danno per primi l’esempio”.

“Tatticamente – spiega Del Grosso – questa squadra è camaleontica perché può schierarsi sia con un 4-3-3 che con un centrocampo a rombo: ho gli uomini per poter cambiare quando necessario anche se la nostra base rimane il 4-3-3. Il cambio di modulo ci aiuta ad alzare l’asticella e a restare sempre sul pezzo non dando nulla per scontato”.

“Sono contento di non aver subito goal – chiosa il mister – ma il merito non è solo della difesa, bensì di tutta la squadra perché quando siamo messi bene in mezzo al campo riusciamo a difenderci partendo dall’attacco”.