LANCIANO CALCIO IN MUNICIPIO PER ONORARE LA PROMOZIONE

Maglia celebrativa donata dalla Società all’amministrazione comunale e ringraziamenti per questa prima annata trionfale, sempre con un occhio al futuro

Nel pomeriggio di ieri onori a Palazzo di Città per tutto il Lanciano Calcio, dal Presidente Fabio De
Vincentiis e tutta la dirigenza, passando per lo staff tecnico e tutti i collaboratori assieme,
naturalmente, alla squadra. Sul piatto della bilancia una stagione estremamente positiva per i
colori rossoneri sia dentro che fuori dal rettangolo verde. Tanti anche i progetti futuri con la lente
d’ingrandimento su un settore giovanile che deve tornare ad essere fiore all’occhiello di tutto il
comprensorio e non solo.
 
A fare gli onori di casa in sala consiliare non poteva che essere il Presidente del Consiglio Comunale
Leo Marongiu, che accoglie i rossoneri dicendo: “Nel doppio ruolo di tifoso e presidente del
consiglio comunale non posso che essere emozionato nell’ospitarvi in questa sede al termine di
una importantissima stagione per tutta la Lanciano calcistica. Oltre che quella schiacciante sul
campo, tuttavia, la più grande vittoria è stata riportare migliaia di tifosi allo stadio e tornare a far
innamorare i lancianesi e non solo del Lanciano, riuscendo anche a ricomporre il tifo organizzato”.
 
L’intervento di Leo Marongiu apre le porte alle parole del Sindaco Mario Pupillo che ringrazia il
Presidente per l’entusiasmo ed il coraggio: “Eravamo in pochi a crederci dopo la drammatica fine
del calcio professionistico in città. Con il carattere e la determinazione del Presidente siamo riusciti
a creare un clima che lascia presagire un futuro roseo per il pallone frentano. Sono certo che
questo sia solo un punto di partenza e che si possa tornare a splendere molto presto. I miei
ringraziamenti – chiosa il primo cittadino frentano – vanno anche a Giancarlo Micolucci, attuale
direttore generale del Lanciano, che l’anno scorso assieme a tutta l’Associazione Lanciano
Rossonera ha lasciato uno spiraglio di luce per il ritorno del calcio a Lanciano”.
 
Successivamente prende la palla proprio il patròn rossonero Fabio De Vincentiis che commenta:
“Ringrazio l’amministrazione comunale per la collaborazione dimostrata sia nella fase del mio
insediamento, che nella realizzazione di tutto ciò che è stato fatto in questi primi dieci mesi di
presidenza. L’accento ora va posto sui progetti futuri di un Lanciano Calcio che deve andare a
strutturarsi sempre maggiormente in maniera trasversale, dalla prima squadra al settore giovanile.
Tanti sono i ragazzi che si stanno avvicinando alla nostra scuola calcio, loro sono sicuramente i
nostri futuri tifosi, e l’augurio è che si possano formare quelli che saranno i prossimi
calciatori rossoneri. Il nostro – prosegue il Presidente - è un progetto socio-sportivo, che guarda
oltre il calcio giocato e che punta ad espandere a macchia d’olio i nostri colori rossoneri su tutto il
territorio: il Lanciano Calcio deve entrare nelle case di tutti i frentani e deve diventare il punto di
riferimento non solo a livello sportivo di tutta la zona. Mi sento di dire che tra sei o sette anni
potremo fare un primo bilancio importante a conclusione del primo step di questo macro-processo
per vedere dove abbiamo posto l’asticella. Successivamente si porranno le basi per un’ulteriore
crescita, e sono certo che si arriverà a risultati ottimali anche perché ho voluto fortemente
circondarmi di collaboratori lancianesi, e credo che questa possa essere una delle chiavi per il
nostro successo”.
 
Dello stesso avviso è l’assessore allo sport Davide Caporale che promette massima collaborazione
con la società Lanciano Calcio sempre nei limiti delle forze dell’amministrazione comunale, con
l’obiettivo di sviluppare questo progetto sportivo specie in una logica di Settore Giovanile, oggi
necessariamente colonna portante di qualsiasi club con aspettative importanti.
 
Le parole del tecnico rossonero Alessandro Del Grosso che si dice onorato nell’essere ricevuto in
sala consigliare sono la cornice della cerimonia: “Ringrazio i ragazzi per essersi messi a disposizione
anche quando abbiamo saputo del mancato ripescaggio la scorsa estate: non era semplice, e se
oggi si è dato vita a tutto questo è anche e soprattutto merito loro”.
 
La consegna della t-shirt celebrativa della “prima Promozione” all’amministrazione comunale,
conclude una giornata da ricordare per i colori rossoneri, con lo sguardo ormai totalmente rivolto
all’anno venturo, con la voglia di togliersi ancora tante soddisfazioni sia dentro che fuori dal
rettangolo verde.